Anteprima
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sono undici anni che Scienza&Sport cerca di fare informazione e formazione. Che prova a rendere pratico ciò che dice la scienza attraverso le sue ricerche, a volte non troppo vicine al campo. La nostra missione di sempre, infatti, è stata proprio quella di fare una “divulgazione di qualità”: di questo va dato merito a tutti gli autori che da oltre un decennio si sono alternati sulle pagine della nostra rivista. In questo numero che chiude l’anno solare, insieme al classico “Sommarione” che vi permette di vedere i titoli di tutti i nostri articoli, abbiamo voluto incentrare l’attenzione sulla disciplina più seguita, praticata e con più evidenze scientifiche in merito: il calcio. Con alcune “chicche” extra-settore: la preparazione fisica negli astronauti di Ismaele Morabito e Andrea Piccinno e la resilienza nello sport di Letizia Conti (con Moreno Martinelli e Paola Vago), che trae spunto da una sua ricerca su tennis e disabilità.

Sempre collegato al nostro fine ultimo, quello di “rendere la scienza alla portata di tutti”, Elena Casiraghi, nostra storica collaboratrice, ha ultimato il Quarto Indispensabile di Scienza&Sport, disponibile tra pochi giorni, dal titolo “Strategie nutrizionali nel calcio. Favorire la salute, migliorare la performance”. Un testo, di facile lettura, che prende spunto dalla scienza per dare utili consigli alimentari per la prestazione a tutti coloro che si occupano di calcio, dall’allenatore al preparatore, dal calciatore (giovane o adulto) al genitore.

 

SCIENZA&SPORT N. 44 OTTOBRE/OCTOBER 2019 - ABSTRACT (ITA/ENG)

TITOLO ARTICOLO/TITLE ARTICLE

AUTORE/AUTHOR

PP.

ABSTRACT

Il ruolo della preparazione fisica negli astronauti

 

 

 

 

 

 

The role of physical training in astronauts

Ismaele Morabito

22-29

L’esposizione alla microgravità, durante il volo nello spazio, determina un indebolimento del sistema cardiovascolare e neuromuscolare, che porta ad un declino dei livelli di physical fitness. L’allenamento fisico negli astronauti viene utilizzato come un’effettiva contromisura a tali adattamenti per ottimizzare le performance e preservare lo stato di salute sia durante la missione che al ritorno sulla Terra.

Exposure to microgravity, during flights in space, causes a weakening of the cardiovascular and neuromuscular system, which leads to a decline in physical fitness levels. Physical training in astronauts is used as an effective countermeasure to these adaptations to optimize performance and maintain health both during the mission and on return to earth.  

Calcio giovanile, gestione dell’ansia e stili attentivi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Youth football, anxiety management and attention styles

Salvatore Principato 

32-39

L’obiettivo di questa ricerca - svolta su un gruppo di 200 giovani calciatori under 15; 100 di livello professionistico e 100 di livello dilettantistico, al quale sono stati contrapposti “DUE GRUPPI di CONFRONTO, uno costituito da 200 adolescenti praticanti SPORTS INDIVIDUALI ed uno costituito da 200 adolescenti NON SPORTIVI -  era quello di verificare quanto GESTIONE DELL’ANSIA ed orientamento dei differenti STILI ATTENTIVI, siano dei fattori positivi, in ambito sportivo e nel calcio giovanile in particolare, capaci di favorire una buona performance. 

The aim of this research - carried out on a group of 200 young players under 15; 100 of professional level and 100 of amateur level, which were contrasted by "TWO COMPARISON GROUPS, one consisting of 200 teenagers practicing INDIVIDUAL SPORTS and one consisting of 200 NON SPORTING teenagers - was to verify how much ANXIETY MANAGEMENT and orientation of the different ATTENTIVE STYLES, are positive factors, in sports and youth football in particular, capable of promoting good performance.

5 metri running shuttle test (Navetta Australiana)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 meter running shuttle test (Australian shuttle)

 

Mattia Toffolutti, Sandro Bedin

40-45

Un test piuttosto intenso come la navetta australiana può essere un ottimo strumento di indagine per analizzare le qualità aerobiche,  anaerobiche e di forza  dei giocatori di calcio.

Il seguente articolo è frutto di curiosità e necessità : curiosità nella ricerca di mezzi e metodi sempre più sport specifici ; necessità è dettata dalla poca strumentazione che la maggior parte dei preparatori fisici hanno a disposizione per fotografare i propri atleti.Il 5msrt test è un contenitore di molte qualità che vanno dal centrale al periferico senza però tralasciare il neuromuscolare e l’agility.

A rather intense test like the Australian shuttle can be a excellent investigation tool to analyze the aerobic, anaerobic and strength qualities of soccer players.The following article is the result of curiosity and necessity: curiosity in the search for more and more specific sports means and methods; the need is dictated by the little equipment that most physical trainers have available to photograph their athletes. The 5msrt test is a container of many qualities that go from the central to the peripheral without however neglecting the neuromuscular and agility.

La prevenzione nei giovani calciatori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prevention in young footballers

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ruben Allois, Luca Beratti, Federico Abate Daga, Massimiliano Gollin

46-50

La lesione muscolare rappresenta la tipologia di infortunio più frequente nel calcio. Lo staff medico è sempre alla ricerca di programmi di prevenzione. Lo scopo di questo studio è identificare uno screening preventivo del giovane calciatore. Vengono confrontati l’arto calciante con l’arto di appoggio, correlando: la lunghezza del passo, l’estensibilità mono-laterale ischio-crurale, il controllo propriocettivo e la morfologia del rachide. Sono stati reclutati 20 calciatori, iscritti ad una scuola calcio, valutati con i seguenti test: Gait analysis, analisi baro-podometrica e stabilometrica, test di mobilità articolare degli art inferiori e la valutazione morfo-funzionale del rachide. L'analisi statistica mostra una differenza statisticamente significativa nell'articolazione Coxo-femorale, misurata con la goniometria. La prevenzione nel calcio è utile per ridurre gli infortuni. L’allenamento delle capacità condizionali, creano un quadro preventivo nel giovane atleta. L’obbligo di studiare la differenza di queste capacità tra arto dominante ed arto appoggio è necessario per lo sviluppo motorio.

Muscle injuries are the most common type of injury in football. The medical staff is always looking for prevention programs. The purpose of this study is to identify a preventive screening of the young footballer. The kicking limb is compared with the supporting limb, correlating: the length of the step, the ischio-crural mono-lateral extensibility, the proprioceptive control and the morphology of the spine. 20 footballers of a football school were enrolled, evaluated with the following tests: gait analysis, baro-podometric and stabilometric analysis, joint mobility test of the lower limbs and the morpho-functional evaluation of the spine. Statistical analysis shows a statistically significant difference in the coxo-femoral joint, measured with goniometry. Prevention in football is useful for reducing injuries. The training of conditional abilities creates a preventive framework in the young athlete. The obligation to study the difference in these capacities between the dominant limb and the support limb is necessary for motor development.

Il cambio di direzione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

The change of direction

 

 

 

 

 

 

 

 

Fabio Corabi, Athos Trecroci

52-56

Il cambio di direzione è un movimento complesso e rappresenta un fondamentale pattern motorio per il calciatore. In partita, un calciatore abile ad eseguire tale gesto, nel minor tempo e con ottimale efficacia, otterrà notevoli vantaggi rispetto all’avversario. Tuttavia, la valutazione da campo necessita sempre di più di strumenti facili e che diano informazioni spendibili senza rischiare di cadere in conclusioni errate. In questo senso, il COD Deficit acquisisce un’importanza strategica nel valutare in maniera plastica l’abilità di cambiare direzione eliminando il contributo dell’accelerazione, la quale potrebbe rappresentare un fattore confondente soprattutto nel confronto fra i giovani calciatori. Lo scopo di questo studio è stato quello di valutare attraverso l’impiego del COD Deficit potenziali differenze fra diversi gruppi d’età, comprendendo U14, U15, U16, U17 e U18.

The change of direction is a complex movement and represents a fundamental motor pattern for the player. During the game, a footballer able to perform this gesture, in the shortest time and with optimal efficiency, will obtain significant advantages compared to the opponent. However, field evaluation increasingly requires easy tools that give usable information without risking falling into wrong conclusions. In this sense, the COD Deficit acquires strategic importance in assessing the ability to change direction in a plastic way by eliminating the contribution of acceleration, which could be a confounding factor especially in the comparison between young players. The purpose of this study was to evaluate potential differences between different age groups through the use of COD Deficit, including U14, U15, U16, U17 and U18.

Il modello prestativo e la comparazione tra calciatori Primavera e professionisti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Performance model and comparison between Primavera and professional players

Ciro Hosseini Varde’I, Filippo Santinelli, Narco Giovanelli, Riccardo Izzo

58-62

Nell’ultimo decennio l’utilizzo di nuovo tecnologie è diventato cruciale per l’analisi della performance fisica, tattica e tecnica del calcio. Il continuo monitoraggio della prestazione sport-specifica porta alla strutturazione di un modello prestativo (MP). Un modello prestativo è un sistema o gruppo di elementi interdipendenti che riuniti assieme però, non sono la semplice somma delle sue componenti, per questo qualsiasi azione effettuata su un qualsiasi elemento del modello andrà inevitabilmente ad influenzare (positivamente o negativamente) tutto il sistema. Conoscere il MP fisico del gioco del calcio permette agli staff di poter modellare allenamenti sempre più vicini alla richiesta di gara. Per questo la continua analisi del medesimo deve portare a valutazioni e successivi cambiamenti nelle metodologie di allenamento siano esse di natura tattica, tecnica che fisica. L’obiettivo di questo studio era quello di comparare il carico esterno espresso da squadre del campionato di primavera con quello dei professionisti dei massimi campionati europei. L’analisi è stata effettuata tramite l’utilizzo di GPS K-Sport Universal 10 Hz su tre squadre militanti nel campionato Primavera italiano. Sono state analizzate 10 gare per ognuna delle tre squadre selezionate durante la stagione 2017/2018 del campionato Primavera. Per ogni gara sono stati utilizzati 10 GPS 10 Hz, uno per ogni giocatore, escludendo il portiere, solo i dati dei giocatori che hanno giocato l’intera gara sono stati presi in considerazione.

During last decade the use of new technologies, become crucial to define physical performance, tactics, and technique in football. The continuous monitoring of sports-specific performance leads to the structuring of a performance model. A performance model is a system or group of interdependent elements which, when combined together, are not the simple sum of its components, so any action taken on any element of the model will inevitably influence (positively or negatively) the whole system. Knowing the performance model of football has allowed the staff to be able to modulate trainings closer to the request of matches. For these reasons a continuous analysis, must lead to evaluations and subsequent changes in training methods. The aim of this study was to compare external load performance from matches between young professional players (Primavera) and professional players from European leagues. Data from Primavera were collected using K-Sport 10 Hz GPS (K-Sport Universal, Italy) using as a sample of three Italian youth teams. Were analysed 10 games for each youth teams from Italian Primavera Championship 2017/2018. For every game was used one 10 Hz GPS (K-Sport Universal, Italy) for each player, except goalkeeper and were recorded only data from players that perform all the game.

Lo squat jump e la performance degli arti inferiori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Squat jump and the performance of the lower limbs

 

 

 

Marco Gidoni, Andrea Ceresolo, Renatop Caporro, Roberto Russo

64-69

Sempre più nelle ultime decadi nel mondo sportivo ci si dedica non solamente alla valutazione della prestazione sotto il punto di vista del risultato, ma gli atleti di tutte le discipline si stanno focalizzando sull’analisi globale dei risultati al fine di rimanere ai vertici della categoria. Ne consegue che le metodiche di analisi, sempre più avanzate, possono aiutare gli atleti e i preparatori a creare il protocollo di lavoro più personalizzato e corretto possibile. L’evoluzione della tecnologia permette, al giorno d’oggi, di avere una mole di dati sempre maggiore, più precisa ed accurata possibile; tuttavia, tale mole così minuziosa, potrebbe allontanare il tecnico dall’overview generale dell’analisi del gesto in quanto verrebbero meno le motivazioni primarie per cui è stata condotta l’analisi stessa. In questo intervento, partendo dall’analisi del salto verticale, passando per l’evoluzione delle sue metodiche di valutazione, si arriva a trattare quali dati al giorno d’oggi possono essere più significativi ed efficaci sia per l’analisi di gesti motori sportivi, sia per l’analisi in soggetti problematici che necessitano di un percorso terapeutico mirato, chiaro ed efficace.

More and more in the last decades in the sports world, not only have we dedicated ourselves to evaluating performance from the point of view of results, but athletes of all disciplines are focusing on the global analysis of results in order to remain at the top of the category. It follows that the increasingly advanced analysis methods can help athletes and coaches to create the most personalized and correct working protocol possible. The evolution of technology allows, nowadays, to have an ever increasing amount of data, as precise and accurate as possible; however, such a meticulous amount, could lead the technician away from the general overview of the analysis of the gesture as the primary reasons for which the analysis was conducted would disappear. In this intervention, starting from the analysis of the vertical jump, passing through the evolution of its evaluation methods, we get to treat which data today can be more significant and effective both for the analysis of sports motor gestures, both for the analysis in problematic subjects who need a targeted, clear and effective therapeutic path.

La resilienza nello sport

 

 

 

 

 

 

 

Resilience in sport

Letizia Conti, Moreno Martinelli, Paola Vago

70-76

La resilienza è una capacità fondamentale per riprendersi in seguito a gravi traumi e avversità della vita ed infortuni, ostacoli e sconfitte che si presentano durante la carriera sportiva di ogni atleta. Questo articolo si propone di presentare uno studio completamente innovativo dal punto di vista metodologico per analizzare tutti gli aspetti caratteristici di questo fenomeno nel tennis e nel tennis in carrozzina.

Resilience is a fundamental ability to recover after serious traumas and adversities in life and accidents, obstacles and defeats that occur during the sports career of each athlete. This article aims to present a completely innovative study from a methodological point of view to analyze all the characteristic aspects of this phenomenon in tennis and wheelchair tennis.

Attività motoria preventiva e adattat in soggetti con neoplasie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preventive and adapted motor activity in subjects with malignancies

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Michele Marseglia

78-83

Le neoplasie rappresentano uno dei maggiori problemi per la salute delle persone nella società attuale; le attività fisiche preventive e adattate potrebbero essere d’aiuto nella diminuzione dell’incidenza agendo dapprima sugli stili di vita e fattori di rischio e successivamente sul miglioramento della qualità della vita nei sopravvissuti. Questo articolo vuole dirigere l’attenzione verso i cambiamenti biologici indotti dall’attività fisica, le metodologie e i contenuti finalizzati a garantire una corretta pratica motoria in persone affette da neoplasie alla prostata e al seno.

Neoplasms represent one of the biggest problems for people's health in today's society; preventive and adapted physical activities could help in reducing the incidence by acting first on lifestyles and risk factors and subsequently on improving the quality of life in survivors. This article aims to direct attention towards biological changes induced by physical activity, methodologies and contents aimed at ensuring correct motor practice in people suffering from prostate and breast cancer.

L’integrazione alimentare per il calcio

 

 

 

 

 

 

 

Food supplementation for football

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elena Casiraghi

84-87

L’utilità di assumere degli integratori specifici per il calciatore per incrementare la sua performance. Si parlerà dell’importanza della creatina e dei suoi dosaggi, della beta-alaninae del bicarbonato di sodio. Inoltre, si spiegherà perché la caffeina, assunta con le corrette modalità in diverse forma, abbia dei benefici importanti. Attenti sempre però alle reazioni intestinali dei singoli individui.

 

The usefulness of taking specific supplements for the player to increase his performance. Wewill talk about the importance of creatine and its dosages, beta-alanine and sodium carbonate. Furthermore, it will be explained why caffeine, taken in the correct way in different forms, has important benefits. Always be careful however to the intestinal reactions of individuals.   

Accelerazioni e fasi ad alta velocità negli SSG e nelle partite

 

 Accelerations and high intensity activities  in SSG and official matches

 

Ermanno Rampinini

88-92

Basato su/based on:

Differences in accelerations and high-intensity activities between small-sided games and peak periods of official matches in elite soccer players Dalen T, Sandmael S, Stevens TGA, Hjelde GH, Kjosnes TN and Wisloff U; J Strength Cond Res, 2019 Feb 6. doi: 10.1519/JSC.0000000000003081. [Epub ahead of print] 

Effetti preventivi e relazioni dose-risposta di un programma di allenamento neuromuscolare personalizzato

(Tesi classificatasi al 1° posto del Premio Icaro – Enrico Arcelli 2019)

 

 

 

Preventive effects and dose-response relationships of a personalized neuromuscular training programme

(Dissertation classified 1st place Premio Icaro – Enrico Arcelli 2019)

Filippo Picinini  

12-19

I programmi di prevenzione per infortuni basati su esercizi per ridurre gli stress sulle strutture muscoloscheletriche nei vari sport, tra cui la pallavolo, sono già stati ampiamente esaminati; ciononostante, le conoscenze riguardanti il dosaggio ottimale nella progettazione di programmi di allenamento neuromuscolare risultano alquanto limitate. Lo scopodello studio è stato quello di indagare un quantitativo minimo e ottimale di training neuromuscolare al fine di contribuire alla prevenzione degli infortuni agli arti inferiori nella pallavolo femminile.

Injury prevention programs, based on exercises to reduce the musculoskeletal stressors, have been widely examinated in many sports, including volleyball; nevertheless, the knowledge regarding the optimal dosage in neuromuscular programs planning is quite limited. The purpose of the study was to investigate a minimal and optimal neuromuscular training dosage to contribute to lower limb injury prevention in female volleyball.