Psicologia
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Gli infortuni sportivi rappresentano un fenomeno largamente diffuso a livello internazionale, tuttavia gli studi epidemiologici italiani sono pochissimi e questo ne ostacola la comprensione delle cause e la possibilità di valutare l’efficacia delle misure preventive e di stendere dei profili di rischio. Questo articolo di Monica Gatti, psicologa-psicoterapeuta e docente presso l’Università Cattolica di Brescia e l’Università E-campus, si occupa del fatto che l'infortunio spesso rappresenta una ferita non solo fisica per un atleta.

 

 

Leggi l'abstract:

L’infortunio per uno sportivo è un evento molto stressante e potenzialmente traumatico, non solo da un punto di vista fisico, ma anche psico-sociologico, fino ad arrivare allo sviluppo di un PTSD (Post Traumatic Stress Disorder). Questa componente tende tuttavia a non essere adeguatamente presa in considerazione, ostacolando quindi un pieno recupero dell’atleta. Il contributo intende proporre un modello psicocoterapeutico evidence based – l’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Shapiro, 2001), - da affiancare agli altri interventi riabilitativi nel trattamento dei traumi sportivi.